ASCOLI «La Lega è accogliente. È un peccato dire no. È un peccato escludere. Sempre. Vale per Ascoli come per Milano. Peccato dire; “No, tu attendi fuori”. Sono sicuro che le persone escluse potranno dare il loro contributo alla città e se vorranno anche alla Lega». Così il vicepremier Matteo Salvini commenta la vicenda dell’esclusione al fotofinish dalle liste del Carroccio di Francesco Viscione e Valeriano Camela. Poche ore prima l’ex assessore si era lamentato con il sindaco, a suo dire, reo di essersi opposto all’ultimo all’inserimento del suo nome dall’elenco dei candidati per le prossime elezioni amministrative. «Abbiamo già accolto diversi candidati per le europee senza tessera della Lega, ma che credono nel nostro progetto – aggiunge Salvini -. Sono per mentalità e carattere a dire sì. La Lega si fa interprete di realtà civiche che vogliono dare una mano. La battaglia non finirà il 9 giugno. Dal giorno dopo deleghe, progetti delibere. Per governare una città così bella come Ascoli ci sarà bisogno non solo di assessori e consiglieri, ma anche di persone valide. Mi auguro che chi si è sentito dire no, dal 10 giugno questo no si trasformi in sì. Ascoli è una bellissima partita. Sono contento dell’amministrazione uscente di centrodestra, dell’apporto della Lega e contiamo di essere il primo partito perché abbiamo lavorato bene».

Alla presentazione dei 32 candidati della lista della Lega Ascoli, anche il segretario regionale Giorgia Latini. «Abbiamo accolto i candidati in virtù anche di un accordo a livello nazionale tra Lega e Udc – spiega l’onorevole -. Poi purtroppo le scelte non le facciamo solo noi, ma devono essere condivise. Ci dispiace e speriamo ci sia possibilità di continuare a collaborare con questa forza politica amica. Speriamo continui questo rapporto, noi siamo a disposizione». Questi i 32 candidati della lista Lega Ascoli: Massimo Abbate, Mauro Agostini, Enrico Angelini Marinucci, Elisa Bianchi, Sabrina Liliane Botticelli, Valentina Bottolini, Giampaolo Bruni, Sara Brunone, Elisabetta Cantalamessa, Luca Cappelli, Enrico Cardinelli, Rita Ciabattoni, Giacomo Cinelli, Giuseppe Cintio, Giulia Citeroni, Dario Corradetti, Adele Domenica Di Marsico, Patrizia Forcina, Marzia Fornei, Michela Fortuna, Mariano Gagliardi, Francesco Pagani, Ubaldo Palombi, Patrizia Petracci, Daniele Poli, Marzia Sabatini, Nico Stallone, Antares Travaglini, Monia Vallesi, Estella Virivè, Stefano Costantini, Maria Teresa Canonici. «Una squadra forte composta da persone che mettono cuore e passione in tutto ciò che fanno», sottolinea l’onorevole Latini.

Alla presentazione anche il candidato Lega alle europee Mirco Carloni, i dirigenti locali Roberto Maravalli e Flavio Echites, la consigliera regionale Monica Acciarri, l’assessore regionale Andrea Antonini, il vicesegretario regionale Mauro Lucentini. Matteo Salvini lascia così il Piceno dopo il bel successo di mercoledì sera al Ventidio Basso, quando davanti a oltre 800 persone ha presentato il suo ultimo libro “Controvento. L’Italia che non si arrende”. «È stata un’accoglienza straordinaria, in uno splendido teatro».