Giorgia Latini camera deputati

GIORGIA LATINI

“Nel 2022, la percentuale di giovani tra i 18 e i 24 anni che ha abbandonato precocemente gli studi è dell’11,5%. Nel Mezzogiorno, l’incidenza raggiunge il 15,1%. Numeri preoccupanti, di fronte ai quali farsi delle domande, che si uniscono agli ultimi risultati Invalsi. Per questo la Pdl (proposta di legge) sulle competenze non cognitive è un passo importante da fare per affrontare problemi come la povertà educativa e la dispersione scolastica.

Competenze non cognitive fondamentali nei percorsi di istruzione ed educazione

Prosegue la deputata della Lega: “Da assessore all’Istruzione della Regione Marche ho investito su nuovi modelli educativi che avessero proprio questa finalità. La Lega è in prima linea, a fianco del ministro Valditara, per una scuola che non si limita a misurare solo i risultati di un ragazzo, ma cerca il suo talento, le sue potenzialità, il suo entusiasmo. Solo così potremo realizzare una scuola autorevole e preparare i nostri giovani per il mondo del lavoro.

“Dobbiamo riaffermare – sottolinea Latini –  dopo anni in cui si è tentato di imporre un egualitarismo per legge nelle aule e nel sistema educativo, che c’è l’autorevolezza alla base della didattica e dell’insegnamento. Quell’autorevolezza in base alla quale chi sta in cattedra non ti assegna un punteggio e nemmeno si mette alla pari dei propri studenti, ma ti aiuta a crescere”.

Lo afferma la vice presidente della commissione Cultura, Scienza e Istruzione Giorgia Latini, dichiarando il voto favorevole della Lega alla Pdl sulle competenze non cognitive.